Chirurgia Protesica

Chirurgia Protesica
Chirurgia Protesica 2017-07-31T23:02:24+00:00

La Chirurgia Protesica

L’erezione caratterizza la funzione sessuale una funzione fondamentale dell’uomo. Oggi, anche se questa funzione è gravemente lesa, può essere comunque egregiamente ripristinata grazie alla protesi peniena.

Se la funzione erettile è persa in chi è portatore di malattie croniche, come nel diabete di lunga durata, o in chi si è sottoposto a chirurgia radicale per tumore (prostata, vescica, retto), essa può essere ripristinata egregiamente dall’inserimento di una protesi all’interno del pene.

Questa informazione è purtroppo scarsamente conosciuta, e spesso l’uomo pensa che se i farmaci orali per l’erezione non funzionano non ci sia molto altro, e che alla fine bisogna rassegnarsi ad una vita senza sessualità.

Così non è: la soluzione esiste ed è costituita dalla protesi peniena

Dott. Edoardo Pescatori

Medico Specialista in Urologia – Andrologo,

dedicato alle aree Disfunzione Erettile Chirurgia Protesica Peniena

Erezione e Chirurgia

Il Dott. Edoardo Pescatori, Urologo e Andrologo con formazione negli U.S.A. e a Londra e realizzatore del primo Registro Nazionale di Chirurgia Protesica Peniena, informa che anche i casi più gravi di deficit erettile hanno soluzioni brillanti:

Eccellenti risultati

"Quando pillole ed iniezioni non funzionano - ad esempio in operati per tumore prostatico, in casi avanzati di diabete e pene curvo - la chirurgia con impianto protesico permette eccellenti risultati. La persona con protesi può ottenere, quando lo desidera, una erezione di ottima qualità per il tempo desiderato."

Immutata sensibilità

L’erezione con protesi non è praticamente distinguibile da un’erezione naturale; sensibilità e capacità di eiaculazione sono le stesse di prima dell’intervento.

Nei modelli idraulici il pene in flaccidità del tutto normale, aspetto importante per uomini con vita attiva, che si possono trovare in spogliatoio o doccia con altri uomini.

Esperienze e Soluzioni

Esempi di storie di successo. Quando rivolgersi all'Andrologo è importante. Con lui, non siamo mai soli.

xgianpaolo

Franco

Pensionato, 71 anni

LA SESSUALITA' RITROVATA

Dopo trauma durante rapporto sessuale si è sviluppata severa curvatura del pene con perdita di dimensioni e difficoltà di erezione. La protesi ha risolto.

IL PIACERE INSIEME

Diabete diagnosticato 15 anni fa. Negli anni si è presentata difficoltà di erezione, progressivamente sempre più grave. La protesi ha risolto.

xdavid

GianPaolo

Imprenditore, 52 anni

uomomaturo-1

Roberto

Architetto, 68 anni

INTESA PERFETTA

Operato per tumore prostatico con chirurgia robotica. Nonostante questa tecnologia si è sviluppato deficit erettile che non risponde a farmaci. La protesi ha risolto.

NESSUN PROBLEMA ADESSO

Grave ischemia e triplice bypass coronarico: deve usare molti farmaci, e ne è risultata impotenza completa. La protesi ha risolto

uomomaturo-0

Davide

Meccanico, 45 anni

UN' IMPORTATE TESTIMONIANZA

Sentire dalla viva voce di chi si è sottoposto a un impianto protesico il racconto della propria esperienza vale più di leggere decine di libri sull’argomento.

Nell’ambito del Convegno che ho organizzato qualche anno fa un mio paziente mi ha fatto l’onore di raccontare la propria esperienza al pubblico, e di accettare di diffonderla anche via web: clicca qui per ascoltarla

Ringrazio il Dott.Pescatori per la grande attenzione e la meticolosità con le quali mi ha seguito.
Ha così risolto in breve tempo, una mia problematica che mi affliggeva da tanto tempo e pensavo non avesse soluzione...

Paziente
37 anni